Vinitaly – Analisi delle conversazioni su Twitter

Se questo post ti è piaciuto, condividilo :)

Twitter e Vinitaly: un’analisi quantitativa sui tweet pubblicati durante la più importante manifestazione internazionale dedicata al vino, svolta a Verona tra il 25 e 28 marzo 2012. – Analisi di Giuliano Prati


Negli ultimi mesi, l’utilizzo di Twitter come strumento di comunicazione personale ed aziendale ha avuto un forte incremento.
L’adozione da parte di alcuni VIP ha sicuramente aiutato ad attirare l’attenzione verso questo strumento: un esempio su tutti Fiorello che, proprio su Twitter, ha costruito il suo ultimo spettacolo televisivo. Se poi aggiungiamo i mass media, i giornalisti, gli attori ed i politici, ecco che si raggiungono, finalmente, livelli di attenzione ed
utilizzo che meritano l’avvio di una serie di analisi mirate.

Dopo aver constatato l’enorme quantità di scambi di messaggi avvenuti durante il Festival di Sanremo 2012 ed essermi divertito a seguire alcuni fenomeni sociali che emergevano distintamente, ho deciso di avviare un’analisi di un evento locale con grande visibilità nazionale ed internazionale, il Vinitaly.

“Vinitaly è la manifestazione che più d’ogni altra ha scandito l’evoluzione del sistema vitivinicolo nazionale ed internazionale, contribuendo a fare del vino una delle più coinvolgenti e dinamiche realtà del settore primario.”

PERIODO DI ANALISI

Dal 24/03/2012 ore 16:48:51 – al 25/03/2012 ore 21:31:34

RACCOLTA DATI

Questa analisi è stata eseguita attraverso la raccolta automatica (Crawler + API Twitter + Google Docs) di tutti i tweet contenenti il termine “Vinitaly“, con o senza hash tag (#) restituiti direttamente dalle API di Twitter. I record archiviati (n. 2991) sono stati elaborati per scongiurare la presenza di eventuali duplicati.

  • 2991 i tweet raccolti
  • 527 i retweet (analisi del termine “RT” ad inizio di un messaggio)
  • 1537 i link inseriti all’interno dei messaggi per rimandare generalmente a Facebook, Foursquare, Instagram.

Sono oltre 100 le immagini pubblicate su Instagram e proposte su Twitter mentre sono 115 i check in eseguiti su Foursquare e poi girati su Twitter con l’hash tag #vinitaly.
Come è facilmente intuibile, inoltre, è tramite smartphone che la maggior parte degli interessati al Vinitaly ha pubblicato informazioni su Twitter utilizzando l’applicazione ufficiale, tra di loro:

  • 733 da iPhone
  • 264 da Blackberry
  • 125 da Android
Numerosi altri messaggi sono stati pubblicati utilizzando applicazioni terze, installate su Smartphone.

TOP 10 USERS

I 10 utenti di Twitter più attivi, per numero di messaggi, durante l’intervallo di analisi sono stati:

Tra gli utenti più attivi, spicca sopra tutti, Davide Oltolini, “critico enogastronomico esperto di analisi sensoriale” che con 29 interventi durante questa giornata, ha aggiornato i suoi 869 followers con opinioni, valutazioni e fotografie dagli stand visitati.

Le 3 realtà del settore più attive su Twitter sono state, nell’ordine:

FREQUENZA DI … CINGUETTIO

Frequenza Tweet Vinitaly 2012

Frequenza Tweet (orario GMT)

Nel grafico relativo alla frequenza di pubblicazione di nuovi contenuti, si può notare una crescita rapida dalle 6 alle 10 del mattino dovuta ovviamente all’inaugurazione e avvio della manifestazione fieristica .
Un picco di messaggi individuabile tra le 12 e le 13 del mattino con un totale di 229 messaggi.

Un altro dato interessante, ben visibile, mostra che anche dopo la chiusura della prima giornata del Vinitaly il trend di tweet si mantiene elevato arrivando a 180 citazioni nell’ultima ora di monitoraggio (20:30 – 21:30).

 

TAG PIU’ UTILIZZATI

Trend Tag abbinati a VinitalyInteressante capire quali sono i tag associati al termine Vinitaly all’interno dei 140 caratteri di un tweet.

Nell’ordine, troviamo:

  • #winelover
  • #winelover-s
  • #marche
  • #verona
  • #wine
  • #operawine
  • #fail

 

 

 

Riguardo le utenze che hanno saputo generare maggiori conversazioni attorno al tema della ricerca, troviamo:

  • WineUp  - 15 tweet, 4 risposte, 15 connessioni (retweet, risposte o citazioni)
    WineUp, stando ai dati da me raccolti, risulta essere riuscito a generare il maggior numero di conversazioni con i propri followers (4253) anche se non spicca nella classifica di coloro che hanno pubblicato più tweet durante la giornata, segno che spesso bastano pochi messaggi ma ben targettizzati per creare coinvolgimento e interazioni.

  • Olioflaminio - 14 tweet, 6 risposte, 15 connessioni
  • Davide Oltolini – 29 tweet, 4 risposte – 12 connessioni

Clicca per Ingrandire

CURIOSITA’ E CONCLUSIONI

Ritengo che i dati raccolti oggi, per questa mia prima analisi di utilizzo di Twitter durante un evento, siano stati completi e soprattutto affidabili per una valutazione quantitativa. Durante i prossimi giorni continuerò a raccogliere informazioni sull’evento per capirne l’evoluzione fino alla sua chiusura. Il poco tempo non mi permette di effettuare un’analisi qualitativa, ma fra i #tag associati alla chiave di ricerca ho trovato #fail.
Esaminando le informazioni in dettaglio è emerso un problema generale relativo alla scarsa copertura della rete WiFi all’interno della Fiera di Verona e alla difficoltà, in alcuni momenti, ad agganciare il segnale 3G degli operatori telefonici,  probabilmente dovuto all’alto traffico generato dai dispositivi mobile in zona. Magari andrà meglio nei prossimi giorni.
Beviamoci sopra. Cin cin :)

[Aggiornamento 26/3]
Dopo la pausa notturna, alle 5 del mattino ecco arrivare già i primi tweet di coloro che stanno raggiungendo Vinitaly da fuori Verona e dagli operatori già presenti in zona.

Disclaimer: questa analisi non è stata svolta per conto di Verona Fiere, Vinitaly o di altri soggetti.

Se questo post ti è piaciuto, condividilo :)

Web 2.0, scarica gratis l’ebook

Se questo post ti è piaciuto, condividilo :)

A due anni dalla pubblicazione del mio testo, ho deciso di mettere a disposizione una versione elettronica, scaricabile gratuitamente.

Credo che da quando é stato pubblicato il libro “Web 2.0, Internet é cambiato“, si sia consolidata una maggiore conoscenza della rete, delle sue potenzialità  e dei nuovi strumenti di tipo “sociale” che sono liberamente utilizzabili da tutti. Questo aumento della cultura è stato possibile anche grazie ai media tradizionali (stampa e tv) che si sono accorti dei fenomeni di massa nati attorno al Web 2.0: da Facebook a YouTube, da Twitter a Flickr.

Reputo il mio libro una piccola pietra che ha avuto la sua importanza nel far nascere una maggior consapevolezza circa il cambio che il Web ha avuto in questi ultimi anni. Per questa ragione lo metto a disposizione di tutti, così che possa maggiormente essere d’aiuto a chi desidera approcciare il tema, anche solo per scrivere una tesi di laurea, com’è¨ avenuto per decine di persone che mi hanno contattato e ho cercato di seguire il più possibile.

E a tutti coloro che decidessero di scaricare una copia, chiedo solo in cambio di lasciare un commento qui sotto. Grazie :)

Il testo resta sempre in vendita online, per chi desiderasse la copia cartacea da sfogliare e tenere in biblioteca.

[Update 16/06/2010] – Da oggi il mio testo è disponibile solo su SlideShare.


Se questo post ti è piaciuto, condividilo :)